Iscriviti alla newsletter e riceverai uno sconto del 10% sul tuo primo ordine
Riccardo Passerini Fotografia di viaggio

Riccardo Passerini – Per il mondo con la macchina fotografica

19 - 12 - 2022

Viaggiando per lavoro, Riccardo ha sempre con sé la sua fotocamera per essere pronto a catturare un volto, uno scorcio, un particolare capaci di restituire l’essenza di un luogo.

Riccardo, raccontaci la tua formazione come fotografo.

Nasco come fotografo di moda, ed è in questo settore che mi sono formato e ho iniziato a lavorare. Dunque parliamo di fotografie con applicazioni pubblicitarie e commerciali. La parte più personale della mia produzione, quella che ho affidato a Cinquerosso Arte, è invece una fotografia di viaggio. Alcune delle immagini ospitate sul sito, per esempio, sono state realizzate a Marrakech, dove mi trovavo per un servizio fotografico. Mi piace scattare foto dei luoghi, ma soprattutto delle persone, catturando in un’immagine le loro abitudini, il modo di vivere che cambia di paese in paese.

Qual è la cosa che ti piace di più del lavoro come fotografo di moda, e che cosa invece del reportage di viaggio?

Del reportage mi piace, come dicevo, l’idea del racconto dei luoghi attraverso le persone. Amo molto Cartier-Bresson, e mi ispiro a lui in questo senso. Fotografo anche i paesaggi, ma credo che l’elemento umano sia sempre quello più interessante. Del mio lavoro come fotografo di moda, invece, mi piace realizzare gli editoriali per le riviste. In quel caso posso dare sfogo alla mia creatività: la rivista detta un tema molto generale, o addirittura lascia totale libertà sui contenuti, e il team guidato dallo stylist crea una storia con un personaggio e un’ambientazione. 

Tra le foto che hai realizzato ce n’è una che ami particolarmente?

Direi Il volo, che rappresenta un clochard tra uno svolazzare di piccioni. Ero a Parigi per un workshop e stavo passeggiando in pausa pranzo insieme a un mio collega, vicino al Centre Pompidou. Avevo in mano un panino. C’era questo senzatetto che dormiva, poi a un certo punto si è alzato e ha fatto un gesto per lanciare del pane, o qualcosa del genere. E allora ho iniziato subito a scattare, ancora con il panino in mano, perché ho capito che stava per accadere qualcosa di interessante. Mi piace l’espressione divertita e serena del clochard: credo di aver catturato un piccolo istante di assoluta felicità.

Scopri le fotografie di Riccardo Passerini!

T O P
X

Iscriviti alla newsletter

Per ottenere uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto. Resta sempre aggiornato con Cinquerosso arte